Pap77’s Blog
Non un Diario, bensì un Best-iario dei miei pensieri…

Uno Zero a Zero per niente noioso

Gregori Andrea pronto al tuffo

Gregori Andrea pronto al tuffo

Finisce in pareggio il primo big match della giornata che porta il Vismara momentamente in testa alla classifica in attesa dello scontro tra Piobbico e Pieve Di Cagna. Risultatto che mortifica l’impegno dei due attacchi per tutti i 90 minuti ma sono i padroni di casa a rimpiangere maggiormente il digiuno da gol. Di fronte agli attacchi del reparto capitanati dall’ex Pensalfini, infatti, un Gregori immenso, che per carnevale si maschera da saracinesca, pronto e deciso su ogni intervento e in più di in un occasione arrivando a sfiorare il miracoloso. La prima frazione è tutta di marca rosso-blu con gli esterni Canestrari e Giovannini a scambiarsi continuamente le rispettive fasce creando un discreto numero di palle gol. Per due volte il numero 11 di casa cerca la soluzione personal che si infrange sulle manone dell’estremo difensore del Vismara. Anche quando detta il passaggio il numero 11 si fa notare, come quando, intorno al 33′, taglia la difesa del giallo-rossa con un passaggio che libera Pensalfini in piena area di rigore a tu per tu con il portiere. Gregori, in uscta bassa, con i piedi riesce a deviare il tiro a botta sicura del suo ex compagno di squadra salvando la sua imbattibilità. Il Vismara si affida troppo ai lanci lunghi dalla difesa o ai calci piazzati che però non impensieriscono l’estremo difensore avversario. La palla migliore per gli ospiti è proprio allo scadere del tempo con un tiro di Giamprini da oltre trenta metri ma Lenti alza sopra la traversa. L’arbitro, con un eccesso di zelo, non lascia nemmeno battere il corner e al 45′ esatto fischia la fine della prima frazione. La ripresa ripresenta lo stesso copione del primo tempo con l’Atletico che tira e con Gregori che para. Clamorose sono le occasioni che capitano ai padroni di casa nel primo quarto d’ora. La prima, al 4′ minuto, con Feduzzi che, sugli svilupi di un calcio d’angolo, gira in porta dal limite dell’area piccola e il numero 1 del Vismara che vola e devia ancora in corner. Una decina di minuti dopo sono ancora gli stessi protagonisti, con l’aggiunta del 7 Pensalfini, a movimentare l’incontro. Il tiro del numero 7, infatti, viene respinto a terra dal portiere che si ripete, grazie ad un colpo di reni, sulla conclusione ravvicinata di Feduzzi nata dalla ribattuta. Gli ospiti capiscono di correre troppi rischi e cominciano a giocare palla a terra rendendosi sempre più pericolosi. Anche il portiere ospite, forse invidioso del collega, si esibisce in un paio di ottimi interventi. Prima neutralizza un tiro dal limite di Strenga, poi, intorno al 20′, vola per evitare che la punizione di Ferri spazzoli via le ragnatele dall’incrocio. Cresce il Vismara sul piano del gioco ma poi pecca in precisione quando è momento di concludere, sprecando nella fase centrale dell’incontro un paio di ghiotte occasioni con Strenga e Fradelloni. Nel finale cresce l’agonismo a discapito della qualità di gioco e negli ultimi cinque minuti entrambe le squadre avrebbero l’accasioni, sprecate, per mettere a segno il colpo da tre punti. Al 40′ è l’Atletico a rischiare di vincere grazie ad un tiro del numero 4 Alessandrini che, dal limite, supera i guanti del proteso Gregori ma trova il palo ad infrangere i sogni di vittoria del team rosso-blu. Nel recupero è Fradelloni ad avere la palla buona per il gol beffa, in contropiede, però, l’attaccante pesarese arriva stremato al tiro e da posizione defilata spara sopra la traversa. Finisce a reti inviolate un incontro comunque appassionante rovinato soltanto dal gesto sconsiderato del portiere locale Lenti. A fine partita, al posto di rientrare negli spogliatoi, il giocatore si arrampiaca sulla rete di protezione davanti ai sostenitori ospiti insultandoli e creando del nervosismo tra il pubblico. A San Valentino se lo poteva anche risparmiare…

Atletico Gallo: Lenti 4 – Livi 6 (dal 1’st Ugolini 6) – Bastianoni 6 – Alessandrini 6 – Amantini 5,5 – Mariotti 5,5 – Pensalfini 6,5 – Di Domenico 6 – Canestrari 5,5 (dal 30’st Silvestri 6) – Feduzzi 5,5 (dal 16’st Magi 6) – Canestrari 6,5
Vismara: Gregori 8, Cecchini 6,5 – Signoretti 6,5 – Martelli 6,5 – Ferri 6 – D’Orsi 6,5 – Strenga 5,5 (dal 35’st Sanchi sv) – Giamprini 6,5 – Fradelloni 5,5 – Sideri 6,5 (dal 18’st Gallarato 6) – Di Blasi 6

Arbitro: Mogli di Ancona 5

Ammoniti: 29’pt Fradelloni (vsm), 38’pt Strenga (vsm), 19’st Amantini (atl), 46’st Cecchini (vsm)
Angoli: 5-4 Vismara (3-1 + 2-3)
Spettatori: oltre cento, nutrita rappresentanza ospite

Annunci

Nessuna Risposta to “Uno Zero a Zero per niente noioso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: